martedì 27 dicembre 2011

Genova: no alla guerra da 500 settimane


Non tutti sanno che ogni mercoledì, dopo quel fatidico 11 settembre, dalle ore 18 alle ore 19,00, i pacifisti storici genovesi si ritrovano silenziosamente, muniti di striscioni sugli scalini di Palazzo Ducale in piazza De Ferrari.
Da 500 mercoledì, queste persone alternano sia volantini che striscioni e domani 28 dicembre 2011 batteranno il record delle 5oo "volte" senza rinunciare al silenzio che li contraddistingue. Coadiuvati dalla presenza di Don Gallo, per ribadire ancora una volta l'assurdità di una spesa come 15 miliardi di euro per cacciabombardieri ed i 50 mila euro al minuto che lo Stato spende per mantenere l'esercito, parteciperanno numerosi attori e musicisti che porteranno il loro contributo leggendo poesie, cantando, suonando e recitando.(il programma completo su www.orainsilenzioperlapace.org)
Un messaggio di pace estremamente importante che sicuramente non balzerà sulle prime pagine ma che grazie alla costanza di persone come queste ,continuerà a mantenersi "vivo".
A questo proposito voglio ricordare le parole di Vittorio Arrigoni che ha impegnato e sacrificato la sua vita in nome dei suoi ideali pacifisti:
"Io che non credo alla guerra,
non voglio essere seppellito sotto nessuna bandiera.
Semmai voglio essere ricordato per i miei sogni.
Dovessi un giorno morire- fra cent'anni-
vorrei che sulla mia lapide fosse scritto quello che
diceva Nelson Mandela:
un vincitore è un sognatore che non ha mai smesso di
sognare "

Nessun commento:

Posta un commento