lunedì 27 febbraio 2012

NOVELLARA 2012 XX NOMADINCONTRO



Ieri sono andato a Novellara, non potevo mancare, ero curioso di vedere, ma soprattutto sentire il nuovo cantante dei Nomadi, visto che Danilo Sacco li ha lasciati il 31 dicembre per intraprendere la carriera solista. A dire il vero non ho resistito e sabato sera mi sono collegato al sito e da li su video Roxi bar che trasmetteva in diretta il concerto, ho dato una sbirciatina e ho sentito la prima canzone che ha cantato, a parte la qualità del collegamento, ma era un mio problema, devo dire che mi ha fatto un’ottima impressione, ma veniamo al resoconto di ieri. Per chi non lo sapesse il raduno si svolge in una due giorni molto ricca di avvenimenti con due concerti dei Nomadi, uno al sabato sera e l’altro la domenica pomeriggio con annesso un premio al Nomade dell’anno e quest’anno è stato dato a Franco Battiato. Il premio consiste in un assegno di € 1000,00 che viene devoluto in beneficenza ad un progetto proposto dal vincitore ed una targa ricordo. Il tributo si svolge dall’anno successivo alla morte di Augusto (7 ottobre ’92), ma nel periodo della sua nascita 18 febbraio. Partenza alle 14 e arrivo a Novellara fuori dal tendone alle 16 perfettamente in tempo per il concerto ma non per poter fare un giro al cimitero per un saluto alla sua tomba, se per caso passate da quelle parti fateci un giretto è molto particolare, sommersa di pupazzi, di biglietti, di magliette, scarpe e tanto altro. Ma dicevo del concerto. Il tendone, come al solito gremito di gente, abbiamo fatto fatica ad entrare e posizionarci in mezzo anche perché abbiamo portato, come altre volte, la figlia down di una nostra amica. E’ stato anche molto bello vederla ballare contenta e battere a ritmo le mani insieme a tutto il popolo nomade. Prima del concerto un filmato con il grande Augusto, poi l’inizio vero e proprio con la storica formazione con il grande mastro Beppe Carletti alle tastiere, Daniele Campani alla batteria, Cico Falzone alle chitarre, Massimo Vecchi al basso e Sergio Reggioli al violino nonché alla chitarra e percussioni, per l’occasione c’erano anche due bravissime coriste. Dopodiché Cico ha chiamato sul palco il nuovo cantante Cristiano Turani, il più giovane del gruppo classe 1973 che è partito alla grande con un’ottima “Sangue al cuore” molto rock e già subito un bis, insomma è stato acconto alla grande dal popolo nomade, è già diventato uno dei nostri, bella la dedica di Cico a Cristiano sulle note di “Crescerai”. Sarà stato il cambio di cantante ma è stata una sorpresa sentire cantare qualche canzone in più sia Massimo (alcuni pezzi che prima faceva Danilo li ha fatti lui e molto bene), Sergio e Cico, molto bella “Ricordati di Chico ( Mendez) fatta a 3 voci, particolare la versione "Il paese delle favole" cantato dalle coriste e suonato anche da Daniele alla chitarra, evento avvenuto solo una volta 20 anni fa l'ultimo anno di Augusto. Bellissimi i nuovi arrangiamenti adatti a Cristiano per la sua vena rock, diversi bis e tris si sono succeduti sulle canzoni storiche, un concerto bellissimo e come sempre a Novellara un’atmosfera molto particolare. Per chi vuole vedere le foto e tutto il programma rimando al sito ufficale: www.nomadi.org .
Ciao a tutti e …… SEMPRE NOMADI!!

4 commenti:

  1. Cinquant'anni di passione Nomade emergono bene tra le righe! Bravissimi!

    RispondiElimina
  2. Mi chiedevo appunto quali reazioni avrebbe suscitato nello "zoccolo duro nomade" questo cambio di voce e di "vena", ma leggo con piacere che è stato subito amore a prima vista, e ne sono felice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono ormai diversi anni che dobbiamo andare insieme a vedere un concerto "nomade" e chissà che prima o poi non si riesca veramente a farlo...

      A proposito di Nomadi e del mitico Augusto, volevo segnalarvi che nel nuovo cd di Stefano "Cisco" Bellotti ex cantante dei Modena City Ramblers è presente una bellisiisma canzone dedicata, appunto, a Augusto.

      AUGUSTO (Faccioli – Bellotti)

      Barba bianca, occhialini tondi, cappello, continua a camminare l’indomito cantore delle pianure. Incurante del fracasso dei tempi, sparge idee come fiori nella nebbia...

      su www.ciscovox.it/discografia trovi anche un video composto con tante belle foto di Augusto...

      Augusto

      Caro Augusto, ciao, come stai?
      Ti scrivo mentre fuori sale la nebbia
      mi sembra di vederti sbucare
      qui intorno c'è solo pianura

      un vecchio airone che prova a volare
      Se chiudo gli occhi ti sento parlare
      vedo il tuo pugno dritto su in cielo
      ci hai insegnato a pensare e cantare

      Da quando ci hai salutato
      è rimasta solo una scia
      Di sicuro non ti sei scordato
      della tua sana follia
      delle tue donne e della voglia di andare
      di quel tuo grande vuoto da riempire
      che se poi parti, lui se ne va via
      da quel film che tu chiamavi vita

      Caro Augusto, ci mancano parole
      e ti prego ritorna a cantare
      per far tacere chi si sente sicuro,
      pulito e fiero e predica il vero
      ancora Augusto è giunta l'ora di andare, aspettando una nuova chiamata
      ma prima o poi passeremo a trovarti
      con un biglietto di sola andata...

      Dalle tue parti ora che si dice?
      Qui il mondo cammina all'indietro
      consuma scarpe in terre bruciate
      facciamo file per cercare lavoro

      Hai ancora quel tuo vecchio Mercedes?
      E la chitarra dalle corde scordate?
      Il pennello, la tela e i colori
      con quei cavalli pronti a scappare?

      Caro Augusto, ci mancano parole
      e ti prego ritorna a cantare
      per far tacere chi si sente sicuro,
      pulito e fiero e predica il vero
      ancora Augusto è giunta l'ora di andare, aspettando una nuova chiamata
      ma prima o poi passeremo a trovarti
      con un biglietto di sola andata...

      Elimina
    2. carissimo Andrea,
      veramente bello il testo, rispecchia fedelmente il grande Augusto, andrò senz'altro a vedere il link e sentire la canzone. ti terrò indformato sul prox concerto in zona
      a presto
      Adriano

      Elimina