mercoledì 21 novembre 2012

IL SILENZIO DELLA GUERRA

Immagini  di  corpi  straziati ,immagini  di  città  rase al  suolo, immagini  di  donne, bambini  sanguinanti  che corrono, corrono per sfuggire alla morte...dalla  Siria, da  Gaza,dal  Congo....oggi noi  spettatori inermi con  le  mani  in  mano senza parole, perchè  la  guerra non  ha parole  ma  solo  suoni  terribili a  cui  seguono  altrettanti  silenzi  devastanti. Ho  trovato  una  poesia  di  un  poeta  palestinese che  Vik  tanto  amava

PENSA AGLI  ALTRI

Mentre prepari la tua  colazione,pensa agli  altri,
non dimenticare il cibo delle  colombe
Mentre fai le tue guerre,pensa agli altri,
non dimenticare coloro che chiedono la pace.
Mentre paghi la bolletta dell'acqua,pensa agli altri,
coloro che mungono le nuvole.
Mentre stai per tornare a casa, casa tua,pensa agli  altri,
non dimenticare i popoli delle tende.
Mentre dormi contando i pianeti,pensa agli  altri,
coloro che non trovano un posto dove dormire.
Mentre liberi te stesso con le metafore,pensa agli altri,
coloro che hanno perso il diritto di  esprimersi.
Mentre pensi agli altri,quelli lontani,pensa a te stesso
e di':magari fossi una candela in mezzo al buio.

Mahmoud Darwish

Nessun commento:

Posta un commento